COMUNICADO DA CASA REAL PORTUGUESA

COMUNICADO DA CASA REAL PORTUGUESA

LEI DO PROTOCOLO DO ESTADO

A CAUSA REAL NO DISTRITO DE AVEIRO

A CAUSA REAL NO DISTRITO DE AVEIRO
Autor: Nuno A. G. Bandeira

Tradutor

quarta-feira, 29 de janeiro de 2014

S.A.R. O SENHOR DOM DUARTE PRESENTE NA CERIMÓNIA DE BEATIFICAÇÃO DA RAINHA MARIA CRISTINA DE SABÓIA

S.A.R. o Duque de Bragança esteve presente na cerimónia solene de beatificação de Maria Cristina de Sabóia, Rainha Consorte das Duas Sicílias, que decorreu na Basílica de Santa Clara, em Nápoles, no dia 25 de Janeiro de 2014.
 

Vídeo e mais fotografias disponíveis em:

http://www.ilmattino.it/NAPOLI/CRONACA/napoli-maria-cristina-savoia-beatificazione/notizie/474527.shtml. — com SAR O SENHOR DOM DUARTE DE BRAGANÇA.



Joana Dias Pereira
Netcafé Monarquia Moderna

SAR, D. Duarte de Bragança presente na beatificação da Rainha Maria Cristina de Sabóia em Nápoles

abaixo
Maria Cristina di Savoia, divenuta Regina delle due Sicilie, è stata proclamata beata con una cerimonia solenne nella Basilica di Santa Chiara, a Napoli, concelebrata dai Cardinali Crescenzio Sepe, Angelo Amato, prefetto per la Congregazione dei Santi, e Renato Martino, Gran Priore dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio davanti a circa duemila persone. 
Delegazioni sono giunte dalla Sardegna, con il Vescovo di Cagliari, Mons. Arrigo Miglio, dal Piemonte e dalla Liguria.
Presenti i discendenti dei Borbone Due Sicilie, i Principi Carlo e Camilla, ed i rappresentati del ramo spagnolo della famiglia, Don Pedro e Don Jaime, il Principe Amedeo d'Aosta e la Principessa Gabriella di Savoia, ed una larga rappresentanza di famiglie reali e nobiltà europea. Tra essi il capo della casa reale del Portogallo, Dom Duarte Pio di Braganca, e Principi della famiglia Asburgo.
«Napoli che accolse Maria Cristina come Regina nel 1832, assieme al suo sposo Ferdinando II, - ha detto il Cardinale Sepe all' omelia - oggi gode perché la Chiesa ha riconosciuto l' eroicità delle sue virtù e la presenta alla venerazione dei fedeli come maestra del popolo cristiano».

Alcune centinaia di simpatizzanti neoborbonici hanno salutato con fiori, applausi, e grida di evviva i Principi Carlo e Camilla all'uscita della Basilica di Santa Chiara.

Nel nome di Maria Cristina, regina delle Due Sicilie, nata Savoia, ma sposa di Ferdinando II di Borbone e madre di Francesco II, discendenti dei Borbone e dei Savoia-Aosta si sono ritrovati fianco a fianco nel basilica di Santa Chiara per la cerimonia di beatificazione.

Larga rappresentanza dei Borbone-Due Sicilie, con i Principi Carlo e Camilla, la Principessa Gabriella, e le due figlie Maria Carolina, e Maria Chiara, di 12 e 9 anni, il Principe Casimiro. Presente anche il ramo spagnolo della famiglia, con i Principi Don Pedro e Don Carlos, che preparano la riunificazione dell' Ordine Costantiniano di San Giorgio, grazie ad un accordo sulla successione dinastica con i Borbone Due Sicilie.

Per i Savoia presenti la Principessa Maria Gabriella, il Duca Amedeo di Savoia e la moglie di Emanuele Filiberto, principessa Clotilde Courau. Alla fine della cerimonia, in una Basilica di Santa Chiara, gremita da quasi 2 mila persone, foto collettiva sulla tomba dei Borbone di Napoli. Ieri sera, nella cena ufficiale nell'esclusivo Circolo dell' Unione, disertata da Amedeo d' Aosta, però, Borbone e Savoia si sono seduti in tavoli separati e lontani, anche se il Principe Carlo si è prodotto in un impeccabile baciamano a Gabriella di Savoia.

Non c' è stata, invece, competizione in chiesa e fuori tra i sostenitori sabaudi, rappresentati dal presidente dell'Umi Alessandro Sacchi e da alcune delegazioni dell'associazione «Convegni Maria Cristina», ed i neoborbonici, molto più numerosi, che hanno tributato un'ovazione a Carlo e Camilla all'uscita della basilica di S. Chiara, al grido di «Viva 'o Rre».
Fonte: Il Mattino / Real Associação de Médio Tejo 

 SAR Dom Duarte de Bragança em Nápoles, na véspera da beatificação da rainha Maria Cristina das Duas Sicílias
La duchesse de Castro et à sa gauche le duc de Bragance et la princesse Béatrice de Bourbon-Deux-Siciles
 
Napoli sembra essere di nuovo la grande capitale dell'antico Regno, almeno per quanto riguarda la presenza in città di tanti rampolli delle più antiche e illustri dinastie reali d'Europa, riunitisi per la beatificazione della Regina Maria Cristina di Borbone, prima moglie di Ferdinando II.Per questa occasione, ieri sera Carlo e Camilla di Borbone hanno voluto invitare autorità, parenti ed amici in un prestigioso circolo napoletano, di cui il Principe è socio d'onore.
Per gli ospiti è stato preparato un pranzo tipicamente napoletano-borbonico, studiato appositamente per l'occasione e ispirato alla grande cucina della tradizione con l'utilizzo di ingredienti anch'essi tipici legati al territorio, accompagnato da vini rigorosamente del Sud, nonché da citazioni storiche e folkloristiche sulla cucina partenopea; il tutto allietato da un sottofondo musicale di chitarre e mandoli de «I Mergellina» e dall'arpa di Valentina Milite.
Tra gli ospiti i Principi Casimiro di Borbone con la moglie Crista di Savoia Aosta, i Duchi di Noto Don Pedro e Donna Sofia di Borbone, Donna Ana de Orleans Bragança, S.E. il Cardinale Renato Raffaele Martino, l'Arciduca Martino d'Austria-Este, Maria Gabriella di Savoia, Serge di Yougoslavie, Don Jaime di Borbone e le Principesse Anna e Beatrice, sorelle di Carlo.
A un lettore attento non sarà sfuggita la presenza di tutti i rami della Famiglia di Borbone. Non è un caso, ma la dimostrazione dell'avvenuta riappacificazione dei due rami che può porre fine ad una lunga querelle dinastica che dura da svariati anni.
Questo sicuramente è stato il modo migliore per festeggiare i 17 secoli di vita dell'Ordine Costantiniano, oltre, ovviamente, a tutte le iniziative soprattutto con finalità di tipo sociale e benefico. In via del tutto eccezionale, erano presenti alla serata anche le figlie di Carlo e Camilla, Maria Carolina e Maria Chiara, in compagnia di altri dieci piccoli principini pure al seguito dei rispettivi genitori.
A table, on reconnait la duchesse de Noto, le duc de Castro, la princesse Anne de France, le duc de Capoue et de dos le duc de Noto et la duchesse de Castro

Hanno anche partecipato i Marchesi Aldo e Adelaide Pezzana Capranica del Grillo, la Contessa Marie Béatrice Arco von und zuZinnenberg, la Contessa Margherita Arco, Dom Duarte di Braganzia, S.A.S. Manfred Windisch-Graetz, Antonio e Marò Mottola di Amato, Giuliano e Roberta Buccino Grimaldi, Agostino e Giovanna Caracciolo di Torchiarolo, Edoarda Crociani, Don Carlo Giovanelli, Lillo e Maria Pia Sforza Ruspoli, Franco e Anna Virginia Sanseverino di Marcellinara, gli Arciduchi d'Austria Simeon e Maria dei Borbone delle Due Sicilie e di Orleans, il Duca di Bragança e Donna Raquel de Herédia, Augusto e Tania Ruffo di Calabria, Alberto e Selvaggia Visocchi, Leopoldo e Federica de Gregorio Cattaneo di Sant'Elia, Landolfo e Fabiana Caracciolo di Melissano, Alberto ed Enrica Sifola di San Martino, Andrea d'Avalos, Carlo e Francesca de Gregorio Cattaneo di Sant'Elia, Girolamo e Floriana Carignani di Novoli, Gloria ed Ignazio Frezza di San Felice. Invitato anche il Presidente della Regione Campania Stefano Caldoro.
La princesse Marie Gabrielle de Savoie, fille du roi Umberto d’Italie, était aussi présente
Le duc de Noto et son fils le duc de Capoue. Le père du duc de Noto, l’infant Carlos, duc de Calabre, était absent en raison de son état de santé.
 
Après la signature de l’acte de réconciliation entre les deux branches de la famille royale des Deux-Siciles, les princes ont assisté à un dîner à la veille de la béatification de la reine Maria Cristina des Deux-Siciles. Tour à tour, le duc de Castro et le duc de Noto prirent la parole, accompagnés par leurs enfants les duchesses de Palerme et de Capri et le duc de Capoue.  

Fonte: il mattino
 

Sem comentários:

Enviar um comentário